Tuesday, 23 December 2008

Tanti Auguri di Buon Natale


L'Azienda Agricola FRANCESCA FERRARI augura
Buon Natale e Buon 2009 a tutti voi!

Con Affetto

Francesca & Paolo

_*_*_*_*_*_

Sunday, 21 December 2008

Contraffazione olio: come riconoscerlo?

In occasione delle feste natalizie magari vi capiterà di ricevere in regalo prodotti gastronomici come l'olio extravergine di oliva e, proprio in questo periodo, è necessario più che mai prestare attenzione alle frodi.

Ripropongo questo articolo pubblicato da Coldiretti in cui viene specificato come è possibile contraffare e sofisticare olio di scarsissima qualità e poi spacciarlo per olio extravergine di oliva al seguente link

Made in Italy

Ciò che fin da subito consiglio è di leggere attentamente l'etichetta per verificare la provenienza delle olive e la sede in cui esse sono molite e confezionate.
Propongo a titolo esemplificativo un fac-simile di etichetta fornito dal Consorzio Olio Toscano IGP

Etichetta Fac Simile e controetichetta

Ricordo inoltre che se si acquista un prodotto certificato IGP esso deve essere munito di contrassegno con stampato un codice che ne consente la tracciabilità.

_*_*_*_*_*_

Friday, 19 December 2008

L'EXTRAVERGINE.Guida ai migliori oli del mondo di qualità accertata



Ebbene sì, giornate come questa non solo fanno bene allo spirito, ma rafforzano le nostre convinzioni e ci incoraggiano a tenere duro di fronte alle molteplici difficoltà che dobbiamo affrontare quotidianamente.

Oggi, infatti, abbiamo assistito alla presentazione della Guida "L'EXTRAVERGINE Guida ai migliori oli del mondo di qualità accertata 2009" in cui con immenso orgoglio siamo stati inseriti e giudicati in merito alla produzione 2007-2008.

Marco Oreggia anche in questa occasione ha espresso attraverso le sue parole tutta la passione, l'entusiasmo e l'ammirazione per tutte le realtà che ha avuto modo di conoscere valorizzando con grande perizia ogni aspetto caratteristico; anche Laura Marinelli, vice-curatore di suddetta guida, in poche parole ha saputo esprimere ciò che batte nel cuore dei produttori di olio extravergine, che fanno della qualità non solo un requisito minimo per la commercializzazione di un buon prodotto, ma un vero e proprio stile di vita e pensiero.
Siamo stati inoltre lieti di aver incontrato il Dott. Tonino Zelinotti, Capo Panel che ha tenuto il primo corso di assaggio olio nella Provincia di Massa e Carrara organizzato da Coldiretti e, nello specifico, dalla Dott. Agr. Raffaella Fontana.

Con grande ammirazione abbiamo potuto assistere alla premiazione dei top 15, abbiamo avuto l'occasione di conoscerli e vedere in loro esempi positivi di assoluta professionalità a livello internazionale; realtà da cui poter imparare e seguire come modelli di eccellenza.

Nel nostro piccolo, un primo passo di un lungo cammino lo abbiamo compiuto e siamo orgogliosi di quanto realizzato fino a questo momento. Vogliamo ringraziare il Frantoio MORO di Caniparola di Fosdinovo, in particolare Adriano Petacchi che ci ha seguito passo passo con perizia e dedizione e ci ha consentito di realizzare un olio che Oreggia e il suo staff hanno valutato così:

"Non ci poteva essere miglior debutto in Guida per la Francesca Ferrari, che ha conquistato il nostro panel con un prodotto ottimo. Questa giovanissima realtà fondata nel 2005 è guidata con passione dalla titolare Francesca e dal marito i quali hanno da poco ultimato il ripristino della parte agricola dell'azienda che dispone attualmente di 9 ettari di oliveto specializzato con 1.700 piante non tutte ancora in produzione. Nella trascorsa campagna olearia, la prima, sono stati raccolti 8 quintali di olive, pari a poco più di un ettolitro di olio extravergine. Segnaliamo l'extravergine Lucchetti Ferrari, IGP Toscano-Colline della Lunigiana che alla vista si presenta di un bel colore giallo dorato intenso con caldi toni verdi. All'olfatto si apre potente e di carattere, dotato di sentori di carciofo e lattuga, a cui si associano eleganti note vegetali di salvia, timo e mentuccia.
In bocca è armonico e fine, caratterizzato da toni di ortaggi freschi di campo, pepe nero e mandorla dolce. Amaro potente e piccante dosato. E' ottimo su verdure marinate, antipasti di legumi, zuppe di fagioli, primi piatti con molluschi, pesci arrosto, carni rosse in umido e formaggi di media stagionatura"

-Fonte:L'EXTRAVERGINE.Guida ai migliori oli del mondo di qualità accertata pag. 436-



Quale modo migliore per valorizzare le nostre fatiche, il nostro impegno ed il frutto del nostro lavoro?

_*_*_*_*_*_

Wednesday, 17 December 2008

Presentazione guida oli extravergine di oliva 2009

L’Extravergine 2009 Guida ai Migliori Oli del Mondo di Qualità Accertata

_*_*_*_*_*_

Esame olfattivo olio

LA TECNICA DI ASSAGGIO
Per effettuare una valutazione ottimale è necessario essere in buone condizioni fisiche e psicologiche, non usare profumi, sapone o cosmetici dall’odore persistente e non ingerire alimenti per almeno un’ora prima dell’assaggio. È preferibile effettuare l’assaggio nelle ore del mattino, in cui la sensibilità olfatto-gustativa è più elevata, la temperatura ottimale di assaggio è di circa 28°C.
Si effettuano in sequenza l’esame olfattivo e l’esame gustativo.

ESAME OLFATTIVO
La prima azione consiste nell’annusare il campione cercando di captare tutte le sensazioni gradevoli o sgradevoli; questa fase non deve durare più di qualche secondo per evitare la saturazione dei recettori di senso.

LE SENSAZIONI OLFATTIVE
I caratteri sui quali concentrarsi da un punto di vista olfattivo sono:
-intensità
-composizione dei profumi
-qualità


Un attributo indispensabile indice del grado di maturazione delle olive e della cura con cui sono state trattate, del profumo del frutto sano, fresco, colto al momento ideale è quello del fruttato di oliva.
Esso può manifestarsi nelle forme verde o maturo o negli spazi intermedi tra queste determinato dal gradi di maturazione dell’oliva al momento della raccolta.
Ogni profumo è da considerare un attributo positivo dell’olio ed il giudizio finale viene espresso sulla base dell’armonia tra gli aromi e tra le loro intensità.

_*_*_*_*_*_

Friday, 12 December 2008

Corso di Perfezionamento in PROGETTAZIONE EDUCATIVA SOSTENIBILE E PEDAGOGIA DELL'AMBIENTE

Il Corso di Perfezionamento è giunto alla seconda edizione,personalmente ho avuto l'occasione di partecipare a qualche modulo della prima edizione e sono stata positivamente colpita sia dai contenuti trattati sia dalle modalità di conduzione dei docenti: si è trattato di un'esperienza arricchente, stimolante che mi ha permesso di riflettere sul mio rapporto con l'ambiente e di condividerlo con altri (individualità partecipata).
Il corso promuove l'acquisizione di competenze progettuali e didattiche; favorisce lo scambio di epserienze e la condivisione di buone pratiche professionali; propone un'orginale prospetiva pedagogica della formazione con particolare riferimento alle tematiche ambientali, alla salvaguardia del creato e alla centralità della persona per ridefinire le ambiguità dello sviluppo e della sostenibilità.
Esso si rivolege a:
-insegnati;
-educatori e formatori;
-laureati triennali e quadriennali;
-amministratori
che intendano acquisire competenze professionali nel campo della progettazione, organizzazione e realizzazione di percorsi formativi nell'ottica della sostenibilità.
(tratto da Obiettivi e destinatari nel Booklet di presentazione e programmazione del corso)

Chi volesse ottenere maggiori informazioni contatti
Università Cattolica del Sacro Cuore
Servizio formazione permanente
COntrada S.Croce, 17 25122 Brescia
tel.030.2406501-504
fax.030-246505
mail: form.permanente-bs@unicatt.it
www.bs.unicatt.it

_*_*_*_*_*_

Wednesday, 10 December 2008

Degustazione dell'olio

Susate se è da qualche giorno che non scrivo nulla, ma stavo cercando materiale utile per illustrare le tecniche di degustazione dell'olio.
Ho cercato video, ma la qualità di quelli che ho trovato non è molto buona e rischierei di creare confusione. Presto, però, dovrei organizzare personalmente una serata di degustazione così da poter fornire realizzare una spiegazione in video sufficentemente buona...
Ho comunque intezione di fornire una piccola guida sulla degustazione, sarà a puntate per evitare di tediarvi con post troppo lunghi... queste vanno associate alle caratteristiche dell'olio tempo fa presentate e che trovate al nuovo tag DEGUSTAZIONE OLIO.

Valutare la qualità di un olio extravergine significa considerarne i parametri chimico-fisici ed organolettici per determinare sia il valore alimentare assoluto o l’assenza di difetti sia le caratteristiche sensoriali di un determinato tipo di olio, risultato della peculiarità di un territorio.

Una volta attestato che un determinato olio è privo di difetti non è infatti corretto affermare che un olio sia più o meno buono di un altro, piuttosto può “piacere” più o meno, ma ciò dipende dai gusti del singolo.
L’olio di oliva è il primo prodotto alimentare per cui l’analisi sensoriale, basata sul sistema del Panel Test, costituisce una discriminante merceologica.

LE BASI FISIOLOGICHE DELL’ANALISI SENSORIALE
L’analisi sensoriale sfrutta la capacità degli organi del senso di reagire a stimoli esterni di tipo fisico e chimico.
Il sistema nervoso periferico permette l’interconnessione tra l’ambiente esterno ed il cervello, a livello del quale vengono elaborati gli impulsi provenienti dalle cellule recettoriali. La risposta allo stimolo è la sensazione.
I sensi maggiormente coinvolti nella percezione delle caratteristiche organolettiche degli alimenti sono gusto, olfatto e vista.
Le sensazioni olfattive di fruttato, di oliva verde, di erba appena tagliata sono dovute ai composti volatili, mentre le sensazioni di amaro e piccante sono riconducibili ai composti fenolici.





















Tutte le operazioni coinvolte nel processo di estrazione hanno lo scopo di ottenere dal frutto la più alta qualità di olio. L’estrazione meccanica ha da un lato l’obiettivo di estrarre i trigliceridi nella forma più integra possibile, preservando contemporaneamente il gran numero di composti minori che caratterizzano l’olio d’oliva, dall’altro ha l’obiettivo di favorire la formazione di nuovi composti chimici che nella drupa non erano presenti, ma che si originano dall’azione di alcuni enzimi liberati dalla rottura dei tessuti vegetali.
Questo secondo aspetto sottolinea come il processo di estrazione dell’olio dalle olive debba essere considerato una vera e propria opera di trasformazione: le differenti tecniche di frangitura utilizzate per ottenere la pasta di olive e le condizioni di gramolazione sono due punti critici per il controllo del contenuto in fenoli e del profilo aromatico finale dell’olio in quanto possono influenzare l’attività degli enzimi coinvolti nei metabolismi di questi due grandi gruppi di sostanze.

_*_*_*_*_

Friday, 5 December 2008

Coltivare l'olivo

L'olivo, seppure sia una pianta che richiede poca cura rispetto ad altri tipi di coltivazione, necessita di alcune attenzioni per rendere la sua produttività meno alternante di anno in anno e migliorare la qualità dell'olio prodotto.
Seppure le nostre pratiche di coltivazione non siano esattamente corrispondenti a quelle presentate, a chi per hobby o per passione vuole avere informazioni circa la cura dei propri olivi propongo questi materiali di approfondimento chiari e abbastanza dettagliati per avere un vademecum a portata di click.

ambiente
coltivazione


_*_*_*_*_*_

Wednesday, 3 December 2008

Più salute con la dieta mediterranea

Partecipando a gruppi di discussione e leggendo i risultati di alcune ricerche pubblicate anche recentemente propongo la lettura del seguente articolo
Progetto Campagna amica
E' chiaro che la messa in atto di tali iniziative non è semplice poichè chiama in causa sia locali che regionali, ad ogni modo ritengo utile diffondere le idee e le inziative nella speranza che esse possano avere al più presto un effettiva applicabilità.
Noi siamo pronti: Che dire di un sana merenda a base di pane e olio extravergine di oliva?

_*_*_*_*_*_